giovedì 17 ottobre 2019 

Attenzione, questo è il VECCHIO sito ACSI, conservato solo quale documentazione.

P.f. utilizzare il NUOVO sito, all'indirizzo acsi.ch. Grazie!

Comunicato stampa

Manifestazione del 3 dicembre: l'ACSI invita i cittadini a partecipare

L’associazione consumatrici della Svizzera italiana – ACSI invita le cittadine e i cittadini a partecipare alla “Manifestazione cantonale per la difesa della socialità, della scuola, dei servizi pubblici e dell’occupazione” in programma mercoledì 3 dicembre a Bellinzona. L’ACSI considera questa manifestazione un’occasione per far sentire la propria voce contro il preventivo 2004 del Cantone che prevede tagli nei settori della scuola, della socialità e dell’ambiente come pure la riduzione del 2% all’anno per 4 anni del personale dell'amministrazione cantonale.

L’ACSI è contraria a numerose misure di contenimento dei costi previste nel preventivo 2004 in quanto peggiorano il servizio pubblico e la situazione economica di numerosi cittadini. L’ACSI, come già scritto nell’editoriale dell’ultimo numero del suo periodico La borsa della spesa, ritiene in particolare inaccettabili le misure concernenti i sussidi per il pagamento dei premi della cassa malati. Si tratta di tagli che colpiscono le fasce più deboli della popolazione (limitazione dei sussidi di base, riduzione dei sussidi per i figli, obbligo di cambiare annualmente cassa malati per non vedersi decurtare il sussidio) proprio mentre i premi sono in continuo aumento. L’ACSI esprime pure la sua preoccupazione per i provvedimenti che toccano la scuola in quanto porteranno a una riduzione della qualità dell’insegnamento nelle scuole cantonali e comunali e a maggiori oneri a carico delle famiglie e delle casse malati (soppressione dei servizi di ginnastica correttiva e del servizio di cure dentarie). L’ACSI considera inoltre poco lungimirante risparmiare sulla gestione del territorio e dell'ambiente in quanto ciò causerà costi futuri che annulleranno i risparmi. L’ACSI sottolinea infine che la riduzione del personale cantonale dell’8% porterà a un peggioramento dei servizi al cittadino: tempi d’attesa più lunghi per ottenere una decisione o un sussidio, minore presa a carico di alcune problematiche sociali, ritardi nei servizi sociali, nella giustizia, nella polizia, limitazione del personale amministrativo nelle scuole,…

Ricordando che la manifestazione è sostenuta da moltissime associazioni e sindacati l’ACSI sottolinea l’importanza di dare un segnale forte da parte dei cittadini anche in vista del Piano finanziario attualmente in elaborazione che prevede ulteriori importanti tagli per i prossimi anni.


Lugano, 25 novembre 2003


3 settembre 2009


Condividi

Google+

 

ACSI, Strada di Pregassona 33, 6963 Pregassona - tel. 091 922 97 55, fax 091 922 04 71 - email: info@a*TOGLIEREQUESTO*csi.ch